ETR200 – ETR220

etr200

Origine: Italia.
Anno di esercizio: 1937 – 1993.
Tipo: elettrotreno rapido.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 160 Km/h.
Esemplari costruiti: 18.

L’ETR200 è stato riclassificato rispetto al primo ETR200, come ETR220P “potenziati” e ETR200AV “alta velocità”.

Fu il primo elettrotreno ad alta velocità della storia. Nel 1939 raggiunse i 203 Km/h nella tratta Pontenure-Piacenza. L’ETR200 è il progenitore dei treni ad alta velocità italiani a potenza distribuita.  Costruito dalle Officine Breda di Sesto San Giovanni (MI), l’ETR200 è composto da 3 carrozze intercomunicanti, come se si trattasse di una sola lunga vettura snodata: servizio ristorante, bagagliaio, condizionamento dell’aria. Sei motori del peso di 105 tonnellate; una lunghezza fra i respingenti di quasi 63 metri e 100 posti di prima classe.

ETR200 (foto tratta dalla rivista “La tecnica professionale”, gennaio 1956)

Treno R.464 ETR201+ETR220 nei pressi di Brescia (foto C. Pedrazzini, 1964)

etr220

Origine: Italia.
Anno di esercizio: 1937 – 1993.
Tipo: elettrotreno rapido.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 160 Km/h.
Esemplari costruiti: 16.

Il servizio degli elettrotreni etr2oo è proseguito nel dopoguerra, anche attraverso un aggiornamento dei convogli, con aumento dei veicoli in composizione ai treni, da tre a quattro: tali treni sono stati denominati ETR220 / ETR240, elevandone la velocità, rispetto a quelli originari, a 180 km/h.

ETR220 in prossimità della Stazione di Brescia (foto C. Pedrazzini).

ETR220 al Deposito Locomotive di Milano Greco, con il macchinista Pietra (foto C. Pedrazzini)

Disegno dell’ETR220 (foto V. Cataldo, anno 2016)

Cabina di manovra (autore ignoto)

Libro di bordo ETR220-235, Milano Centrale (foto G. Costanza)